la storia della trattoria la bianca di Altavilla Vicentina

La storia della nostra trattoria

La Trattoria dalla Bianca è presente ad Altavilla Vicentina sin dal 1955, quando la Bianca aprì un piccolo ristoro.

Gli avventori della trattoria erano perlopiù operai delle fabbriche e delle fonderie, che trovavano riscaldata la "pegnatela" con il pranzo portato da casa, che avevano lasciato in custodia alla Bianca al mattino presto prima di iniziare il turno.

Oltre a fornire questo servizio, si vendeva il vino a "tassette", il caffè, la "graspa", e se non si arrivava troppo tardi si poteva trovare un buon minestrone caldo, ma soprattutto polenta e baccalà.

La vera attività di ristorazione venne avviata dalla Bianca, assieme a suo marito Giovanni e ai suoi figli, nel 1965, dopo la costruzione dello stabile dove tuttora si trova la trattoria. Si preparavano pochi piatti, tutti pensati per saziare lo stomaco dei commensali nel più breve tempo possibile, e per non pesare troppo sulle tasche del "capo" di turno che pagava il conto.

Operai, muratori, autisti, tutti affollavano l'unica grande sala preparata a lunghe tavolate, e nel brusio di fondo che tutto avvolgeva, si consumavano i piatti della tradizione che la Bianca preparava ogni giorno con la stessa cura e onestà come fosse stato il pranzo della domenica per la sua famiglia.

Questo modo amorevole di intendere la cucina lo respiriamo da sempre tra queste mura, e oggi nella trattoria proponiamo una cucina che guarda alla tradizione, sana e naturale, tenendo  ben presenti quelle che sono le necessità del nostro tempo!

Il menù di stagione